Caratteristiche dei vari rivestimenti in resina per usi alimentari

• RIVESTIMENTO EPOSSIDICO

• RIVESTIMENTO IN POLIURETANO CEMENTO

• RIVESTIMENTO IN MMA ( METACRILATO DI METILE) FLOOR SYSTEM

Le principali differenze dei materiali sono qui riportate:

1. TEMPI DI MATURAZIONE

Il rivestimento in MMA è pedonabile dopo 20 min circa dalla posa e sarà completamente maturo e agibile al traffico pesante dopo 2 ore circa.

Il rivestimento in epossidico sarà pedonabile dopo 12/24 ore circa dalla posa e completamente maturo e agibile al traffico pesante dopo 5 giorni circa.

Il rivestimento in poliuretano cemento sarà pedonabile dopo 1 giorno circa dalla posa e completamente maturo e agibile al traffico pesante dopo 4 giorni circa.

Va considerato inoltre che il rivestimento raggiunge le massime prestazioni riportate nella scheda tecnica ( resistenze chimiche, resistenze alle temperature, resistenze a traffico pesante ecc) solo ed dopo che è trascorso il tempo utile per la completa maturazione del pavimento che dipende comunque dalla temperatura ( lo vedremo in seguito).

2. TEMPERATURA DI APPLICAZIONE

Il rivestimento in MMA può essere applicato da -30°C fino a +30°C

Il rivestimento in epossidico da +8°C a +30°C

Il rivestimento in poliuretano cemento da +10°C a +30°C

Risulta chiaro che più la temperatura è alta migliore sarà la velocità di indurimento delle resine ma quando ci si porta a temperature al di sotto degli 8°C fino anche a temperature negative, l’MMA è l’unica resina in grado di continuare la catalizzazione mantenendo gli stessi tempi di asciugatura.

( molto interessante per il ripristino di pavimenti all’interno di celle frigorifere senza il bisogno di spegnerle).

3. TEMPO DI SOVRAPPOSIZIONE DEGLI STRATI DI RESINA

I tempi di intervallo tra l’applicazione di primer, massetto e finiture influiscono la velocità di lavoro.

Ogni mano viene applicata sopra l’altra quando la precedente risulta asciutta al tatto.

Nel rivestimento in MMA è di 20 min.

Nel rivestimento epossidico può essere anche di ore

Nel rivestimento in poliuretano cemento può essere di ore

Per questo motivo utilizzando l’MMA siamo in grado di consegnare un lavoro di circa 300 / 500 mq (libero da ingombri) e pronto all’uso in 2/3 giorni.

4. RIPARABILITA’

Molto semplicemente ogni strato del rivestimento in MMA si fonde chimicamente con l’altro ( come fa la pelle quando rimargina una ferita ) ottenendo un rivestimento totalmente monolitico e praticamente indistruttibile.

Questa peculiare caratteristica è fondamentale in casi di occasionali riparazioni o aggiunte di rivestimento in quanto il pavimento risulterà sempre impermeabile e privo di punti deboli.

I rivestimenti in epossidico e poliuretano cemento hanno tra loro solo un collegamento meccanico e ciò riduce rispetto al metacrilato la loro capacità ripartiva essendo sempre soggetti a potenziali distacchi.

5. MODALITA’ APPLICATIVE

Data l’elasticità tipica del metacrilato si possono creare rivestimenti monolitici ( dalla guscia alle caditoie) senza formazione di giunti superficiali e, data la tissotropicità (capacità di stare in verticale) del materiale, possiamo sigillare direttamente pozzetti e canaline di scolo riducendo sia i punti critici a livello di igienizzazione/disinfezione, sia conferendo in quel punto grande resistenza al passaggio di transpallets e muletti.

Per i rivestimenti epossidici e ancor più quelli in poliuretano cemento è buona norma creare dei giunti in superficie e lungo i pozzetti e le canaline di scolo è necessaria una sigillatura che può causare nel tempo fenomeni di infiltrazioni, mancate condizioni igieniche e ridotta resistenza al passaggio di muletti e transpallets vista la diversa monoliticità dei materiali impiegati.

6. CERTIFICAZIONI

Il rivestimento in MMA garantisce la totale impermeabilizzazione ed è certificato per usi alimentari da BRC e IFS per l’intero spessore del rivestimento stesso ( quindi il Floor System è certificato per i 4/6 mm e per i 6/8 mm).

Gli altri rivestimenti in resina sono certificato solo nello spessore della finitura finale di pochi micron e possono dare nel tempo fenomeni di assorbimento che inficiano e rendono l’igienizzazione non sempre garantita.