Floor system

Floor System è un sistema di resine in MMA ad alte prestazioni utilizzato per il rivestimento di pavimentazioni nuove o ammalorate ad alto standard igienico.

Resine

Le resine trovano da sempre un vasto impiego per le loro proprietà filmogene, adesive ed idrorepellenti. Da sole, o in mescolanza con altre sostanze, formano prodotti utilizzati come film protettivi, trasparenti e isolanti o come miscele adesive, soluzioni consolidanti, per preparare stucchi ed ovviamente trovano applicazione in moltissimi settori diversi.

RESINE NATURALI

A) Oleoresine o balsami: si tratta di essudati resinosi di alberi viventi, a consistenza morbida e appiccicosa a causa di un elevato contenuto di olii essenziali allo stato liquido. Le oleoresine sono costituite solo da resine ed olii essenziali, nei balsami sono presenti anche alcoli, esteri e qualche acido aromatico.
B) Resine: si tratta di eesudati resinosi di alberi viventi, di consistenza solida più o meno dura.
C) Resine fossili: si tratta di materiali resinosi di origine fossile; sono quindi essudati di alberi vissuti in epoche remote.
D) Resine animali: si tratta di un composto chiamato gommalacca.

RESINE ARTIFICIALI

Con resina artificiale (o resina sintetica) si intende in genere un materiale viscoso, di aspetto simile alla resina vegetale, capace di indurirsi a freddo o a caldo.
Si tratta in genere di un'ampia classe di differenti e complessi polimeri, che si possono ottenere con una grande varietà di metodi e materie prime.
Fra le resine sintetiche più comuni citiamo le resine fenoliche, le resine acriliche, le resine epossidiche, le resine poliestere insature (UPR, Unsaturated Polyester Resin) e le resine vinil-estere (VE).
Una resina sintetica non viene in genere commercializzata come tale, ma ne vengono venduti i suoi precursori, nella forma di due componenti separati - l'oligomero e l'agente reticolante - che vengono miscelati al momento dell'uso. La miscelazione innesca la reazione di reticolazione che trasforma l'oligomero, solitamente un liquido oleoso poco viscoso capace di adattarsi ai più piccoli dettagli dello stampo, nel polimero solido, una materia plastica solitamente trasparente che può venire successivamente lavorata, colorata e decorata.
Gli usi delle resine artificiali sono i più disparati.
Vari tipi di resine artificiali sono utilizzati come matrici per i materiali compositi, oppure come basi per adesivi (ad esempio i cianoacrilati).
Altri impieghi includono materiali edilizi (pannelli, condotte eccetera) oppure le resine a scambio ionico per la purificazione dell'acqua.
Anche in campo artistico si usano tali resine (in genere resine poliestere), ad esempio nella produzione di figurine e statue in plastica come alternativa (più leggera e meno tossica) al piombo metallico.
Nel campo del restauro, inoltre, le resine, come ad esempio il Paraloid B72, sono molto usate per il consolidamento di oggetti ammalorati e per la stuccatura di lacune in miscela con inerti.

RESINA A SCAMBIO IONICO

Una resina a scambio ionico è composta da una matrice polimerica (in genere granuli di pochi millimetri di diametro) in cui sono intrappolati o inglobati ioni, disponibili per lo scambio ionico. Esistono numerosissime resine per lo scambio ionico, la maggior parte delle quali sono a base di polistirene, in genere reticolato con divinilbenzene, a cui poi sono aggiunti gruppi funzionali in grado di catturare o rilasciare gli ioni. Le resine a scambio ionico hanno sostituito in larga parte l'uso delle zeoliti e trovano largo impiego in varie applicazioni di ingegneria chimica, in particolare nei processi di demineralizzazione, ad esempio dell'acqua.

Link amici

Studio di progettazione e architettura di interni

Studio di grafica pubblicitaria e webdesign

Sottoscrivi la Newsletter